chiapas

Il dramma del Chiapas in mostra per un mese al Cafè de la Paix

Dalla Nuova Ferrara dell’11 aprile 2008.

Il dramma del Chiapas in mostra per un mese al Cafè de la Paix
La Nuova Ferrara del 11/04/2008 ed. Nazionale p. 16

Saranno esposte per un mese esatto, da oggi fino all’11 maggio, al Cafè de la Paix in piazzetta Corelli, 15 opere della pittrice cileno-messicana Beatriz Aurora Castedo Mira. L’esposizione rientra nel progetto Beatriz Aurora-Tierras en Resistencia, che consiste in una serie di eventi di sensibilizzazione, informazione e cooperazione internazionale con le comunità indigene del Chiapas (Messico). Scopo dell’iniziativa, far conoscere anche nella nostra provincia la situazione che stanno vivendo le popolazioni dell’America Centrale e in particolare quella degli appartenenti ai movimenti zapatisti, sostenendo dunque le comunità contadine intente a difendere le proprie terre dalle crescenti pressioni che si traducono a volte in vere e proprie azioni illegali, sostenute anche da gruppi para-militari. L’evento, presentato ieri mattina presso l’Ufficio di Cooperazione Internazionale della Provincia di Ferrara, è promosso dalla cooperativa ferrarese Commercio Alternativo, col sostegno del Comune di Ferrara e della Rete di Solidarietà con il Chiapas nata nel 2005 e composta dalla Provincia, da Commercio Alternativo, dall’associazione OltreConfine e dai Comuni di Migliaro e Portomaggiore, con l’appoggio di Banca Etica e Campagna Città EquoSolidali. «Sensibilizzare e coinvolgere i ferraresi nel dramma delle popolazioni del Chiapas», in questo consiste l’obiettivo sottolineato dagli assessori Maisto e Golinelli. (f.zol.)